Cerca
Close this search box.
MENU
Cerca
Close this search box.
MENU

Con i Giovani, con l’Europa: il 24 febbraio a Roma si chiude l’Anno Europeo dei Giovani

800X500-800x500

23 Febbraio, 2023

Condividi

Il 24 febbraio 2023 all’Acquario Romano, in Piazza Manfredo Fanti a Roma e in contemporanea in live streaming sul canale YouTube di G2030, andrà in scena la cerimonia di chiusura dell’Anno Europeo dei Giovani organizzato dal Dipartimento Politiche Giovanili e Servizio Civile Universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri con il supporto di Eutalia. Un evento che fa seguito a quello dello scorso 6 dicembre al Parlamento Europeo.

‘Con i Giovani, con l’Europa’. Questo è lo slogan che guiderà il corso della cerimonia e che ha influenzato le politiche europee per tutto l’Anno, in un’ottica di coinvolgimento e valorizzazione del contributo delle ragazze e dei ragazzi, secondo i valori fondanti dell’Europa: dignità, libertà, uguaglianza, solidarietà, cittadinanza e giustizia.

Tanti ospiti e rappresentanti di enti, associazioni e organizzazioni illustreranno i momenti chiave del 2022 e i progetti avviati o in procinto di partire tra cui:

  • Carta Giovani Nazionale, lo strumento digitale per le ragazze e i ragazzi tra i 18 e i 35 anni residenti in Italia, che consente l’accesso agevolato a beni, servizi, esperienze e opportunità
  • Giovani2030, la casa digitale con tutti i progetti, le iniziative e gli eventi per fare esperienze e formare il tuo futuro.
  • Servizio Civile Universale, un’opportunità per entrare in contatto con la realtà che ci circonda e avere una visione differente delle problematiche sociali, sviluppando un senso di responsabilità verso gli altri.
  • Giovani in Biblioteca, il progetto per creare spazi di aggregazione giovanile all’interno delle biblioteche pubbliche. Ha visto coinvolti finora circa 400 tra Comuni, Istituti storici, Università e Istituti scolastici superiori.
  • Play District, l’iniziativa promossa in collaborazione con Sport e Salute per la creazione di Spazi Civici di Comunità finalizzati a favorire l’aggregazione giovanile, che ha mobilitato circa 1000 tra ASD (Associazioni Sportive Dilettantistiche) e SSD (Società Sportive Dilettantistiche).
  • Link!, 124 Comuni italiani – grazie ai 4 milioni e 200mila euro del Fondo per le Politiche Giovanili – hanno promosso in collaborazione con ANCI progetti a livello locale per perfezionare le iniziative dedicate ai NEET, ragazze e ragazzi non impegnati nel lavoro, nello studio o in un percorso di formazione professionale.

Tra gli interventi ci saranno Michele Sciscioli – Capo Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale – e di alcune delle organizzazioni – come EYCAEurodesk e il Consiglio Nazionale dei Giovani

Presente anche l’Ambassador Network dell’Anno Europeo: 40 giovani tra i 18 e i 30 anni che sono stati impegnati nella promozione e nella divulgazione delle opportunità offerte dall’Unione Europea. Saranno loro, infatti, a passare il testimone al Ministro per lo Sport e per i Giovani Andrea Abodi.

Un gran finale per un Anno che ha portato grandi soddisfazioni e che preannuncia un 2023 speciale: l’Anno Europeo delle Competenze.

Per maggiori informazioni giovani2030.it

 

Contenuti per categoria
Articoli per TAG